Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
International Training Camp Parma 2014
CERIMONIA DELLE CINTURE 2014 – CORSI BAMBINI
I due giorni di Pino Maddaloni al KSDK Parma
"La preparazione per chi fa Sport"
"Allenare il pensiero, riscoprire l’identità"
Premiazione 2013
CNU 2014
European Cup Senior di Londra
Campionati Italiani Junior 2014
Campionati Italiani Junior 2014

Gran Galà KSDK

14/5/2015
Il Kyu Shin Do Kai compie trent'anni

Ieri sera il Kyu Shin Do Kai Parma si è mostrato in tutto il suo splendore raccogliendo oltre 250 persone alla Serata di Gala svoltasi all’Hotel Parma & Congressi per celebrare i Trent’anni delle nostra Scuola.

Foto

L’evento si è aperto alle ore 19.00 con l’aperitivo nel giardino interno dell’hotel, dove i nostri ospiti hanno avuto modo di scambiare quattro chiacchiere e farsi immortalare in una foto ricordo della serata con lo striscione del Trentennale sullo sfondo. A inizio serata sono passati per un saluto l’imprenditore Nicola Bertinelli e il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Colonnello Salvatore Russo.

Foto Foto

Quando tutti gli ospiti si sono accomodati ai tavoli il Presidente Francesco Rasori ha preso la parola ringraziando tutti presenti ed in particolare il M° Fausto Taiten Guareschi, 2° Abate del Tempio Fudenji, che nel lontano 1973 fondò la Scuola Kyu Sin Do Kai a Fidenza gettando per primo “il seme” di questa crescita che ci auguriamo non abbia mai fine.

Successivamente la parola è passata al Maestro Luigi Crescini, che ha colto l’occasione per presentare le autorità a partire dal Sindaco di Parma, nonché ex-allievo del KSDK, Federico Pizzarotti, il M° Franco Capelletti, Vicepresidente EJU e Vicepresidente Nazionale FIJLKAM con i due consiglieri Giovanni Strazzeri, (settore Judo) e Gianni Morsiani (settore Lotta), e  il Colonnello Vincenzo Parrinello, Comandante dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle e Vice Presidente Feder Atletica. “Insieme a lui” ha continuato il Maestro, “abbiamo il piacere di avere con noi anche Roberto Ghiretti consigliere comunale e CEO dello Studio Ghiretti che ha avuto un ruolo fondamentale per la nostra Società come assessore Assessore allo Sport del Comune di Parma fino al 2012, l’attuale l’Assessore allo sport Giovanni Marani, infine l’ex Presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e l’Assessore allo sport del comune Torrile Giorgio Faelli”. Per l’occasione inoltre sono arrivati a Parma anche altri rappresentanti federali come Antonio Amorosi, Presidente del Comitato Regionale FIJLKAM, Giuliano Gibertoni, Vicepresidente del Comitato Regionale settore Judo, Laura di Toma, Maestro Federale e allenatrice della Nazionale U17, e Daniele Guerra, Direttore Tecnico Regionale. Un saluto e un ringraziamento è stato fatto anche a Gianni Barbieri, Delegato Provinciale CONI, al presidente del CUS Parma Michele Ventura, al quale facciamo un augurio speciale per i CNU 2015 in programma a Salsomaggiore questa settimana, a Edoardo Muzzin, Consigliere Nazionale Libertas, a Donato Carlucci, Presidente Provinciale Finanzieri e a Corrado Cavazzini, Presidente dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport Sez. di Parma.

Non sono mancati Maestri, e amici, importanti come Alfredo Vismara, personalità di riferimento del Judo Italiano che ha avuto un ruolo fondamentale nella crescita della nostra Scuola, e il M° Roberto Rubini del KSDK Fidenza.  Un saluto è andato anche ai compagni di pratica i Mi Marco Paulan e  Luciano Baderna, nostro attuale insegnante di Karate che insieme a Calzetti Simone, Coppi Gianluca e Vescovi Luca (Aikido), Federico Biancardi (Ju-jutsu), Davide Pissarotti (Tai-chi), Filippo Delsante (Ginnastica) e Federica Laferla (Ginnastica Correttiva) fanno parte degli insegnanti della bostra sede. Il Maestro ha ringraziato poi gli amici Giuseppe dello Russo, Presidente del Circolo Punto Blu Monticelli, Brevini Nuccia e Grassi Dino della Polisportiva Lanzi Colorno, con i quali collaboriamo per i nostri corsi esterni. È stato nostro gradito ospite anche l’editore Antonio Battei e il Caporedattore Sportivo della Gazzetta di Parma Paolo Emilio Pacciani. Infine uno speciale ringraziamento va al nostro Preparatore Atletico Angelo Padovani, a Enrica Salti, e all’avvocato Antonio Bertora e ai molti altri graditi ospiti che non abbiamo menzionato.

Foto

Terminati i saluti di rito, il M° Crescini ha ricordato la natura autocelebrativa della serata. Dal 1985, quando ha fondato il KSDK PARMA nel primo Dojo in via Trieste, sono passati 30 anni, e molti dei presenti probabilmente non erano ancora nati, da qui la necessità di rievocare i “bei tempi” con un video montato da Michele Tiberti in collaborazione con i membri dello Staff. Le immagini raccontano l’evolversi della struttura, i primi due Dojo seguiti poi dall’ultimo di Moletolo intitolato nel 2011, unico in Italia, Casa del Judo “Jigoro Kano”. Il KSDK è qui oggi grazie alla caparbietà e alla determinazione di un gruppo di persone che non si sono arrese alle difficolta, di qualsiasi natura esse fossero. Molte di quelle persone sono presenti questa sera nonostante le vicissitudini della vita, un esempio su tutti l’amico Dario Mussel; altri non hanno potuto essere con noi perché lontani o perché purtroppo ci hanno lasciato come il Prof. Renato Ferrari, M° di Aikido e Presidente per i primi avventurosi 10 anni una persona di assoluta rilevanza per noi e la nostra storia. Per concludere il M° Crescini ha rivolto uno sguardo e soprattutto una sfida per gli anni a venire perché è importante il passato, ma bisogna sentirsi nel presente per progettare il futuro.

In questi anni il KSDK è diventato una “mini-azienda” non nel senso commerciale del termine, ma in quanto realtà presente con continuità sul territorio che offre servizi, benessere alla comunità e soprattutto opportunità di lavoro per i giovani che vi si formano. Con queste parole il nostro D.T. ha lanciato il video che ha trasportato tutti i presenti in un turbine di ricordi ed emozioni al termine del quale un evidentemente commosso Federico Pizzarotti ha voluto prendere la parola. Dopo la visione del filmato, il Sindaco di Parma ha descritto l’emozione scatenatagli da questo “viaggio nel tempo” e si è detto onorato di essere presente alla serata, ringraziando non solo per l’invito a questo grande evento, ma anche per aver avuto l’occasione di rivivere un’importante parentesi della propria vita, sottolineando ulteriormente il suo grande apprezzamento per il lavoro che il Kyu Shin Do Kai ha svolto e messo in mostra in questi tre decenni.

Foto

Anche il M° Taiten Guareschi ha voluto poi aggiungere qualche parola soffermandosi sulle origini del nome Kyu Shin Do Kai, rendendo i presenti partecipi delle più profonde radici su cui essa si basa.

Al termine di questo breve discorso, l’arrivo dei primi ha dato il via alla cena. Successivamente il Vicepresidente Lucia Rubini è salita sul palco inaugurando lo spazio dedicato alle premiazioni. I primi a ricevere la Targa del Trentennale sono stati Claudio Bergnoli, Emilio Quarantelli e Feliciano Perri, gli allievi più anziani del KSDK, testimoni fin dal principio della crescita e del lavoro svolto dalla nostra Scuola.

Foto

In seguito è stato premiato anche l’Architetto Giacinta Manfredi, artefice e collaboratrice della progettazione e della ristrutturazione della sede di via Palermo, in rappresentanza di tutte le figure professionali che negli anni ci hanno aiutato come ad esempio l’ingegnere Roberto Cantoni, direttore dei lavori per la struttura di via Annedda.

Foto

Conclusa la premiazione, è salita sul palco Derna Palmisano, una tra le prime judoka di punta della Scuola nonchè una dei nostri primi insegnanti, oggi coordinatrice della Settore Giovanile e responsabile dei corsi di Colorno alla Polisportiva Lanzi e a Collecchio con il Galaxy. Derna ha esordito ringraziando il suo primo Maestro, Dino Grassi, e il suo attuale Maestro,  Luigi Crescini, per tutto il lavoro fatto ed il supporto ricevuto durante tutti i suoi anni di pratica. Ha proseguito riportando alla luce numerosi aneddoti delle sue prime esperienze judoistiche, incentrandosi sull’importanza che “l’andare in palestra” ha avuto nella sua vita e di come la sua famiglia l’abbia sostenuta ed incoraggiata durante tutto il percorso da lei fatto.

Foto

Per rimanere in tema di riconoscimenti, il M° Giovanni Strazzeri a sorpresa, ha voluto consegnare al nostro Presidente un regalo come segno dell’intensa collaborazione che ha visto protagonisti il Kyu Shin Do Kai e il Dynamic Center di Gravina, negli ultimi anni.

Foto

Infine un altro premio inaspettato  è arrivato da Muzzin Edoardo, Consigliere Nazionale Libertas, che ha consegnato al nostro Vicepresidente Lucia Rubini la medaglia coniata per i 70 anni di Libertas e in occasione del gemellaggio con EXPO 2015.

All termine di questo momento e' stata presentata l’ultima parte del video, servita come trampolino per l’intervento di Francesco Cugini, il quale, prendendo spunto dalla rievocazione del passato ha lanciato uno sguardo di sfida al futuro, introducendo il progetto Kyu Shin Do Kai DOP.

Foto

Lasciato poi il palco a Clara Serrao di Alma Group, nostra collaboratrice e consulente, è toccato a lei , infatti, presentare il progetto  nei dettagli. Clara ha iniziato il suo discorso ringraziando gli Sponsor della serata Maria Cristina Mazza e Alberto Pirovine di Banco Popolare filiale di Carpi, Larini Massimiliano dell’Officina M.C. e Matteo Azzali del Training Day.  Ha proseguito poi illustrando e mostrando al pubblico i requisiti e il percorso che i nostri allievi dovranno intraprendere, in modo tale da poter essere inseriti nel mondo del lavoro, conciliando la vita da atleta di alto livello con la propria carriera studentesca. Clara ha sottolineato, poi, l’importanza e la qualità del capitale umano di cui disponiamo e che dobbiamo reinvestire al meglio, per valorizzare non solo le persone ma anche il nostro stesso territorio. Una grande sfida che il KSDK ha deciso di intraprendere,  migliorando il precedente Progetto Università del Judo, creando un'iniziativa nuova ed ambiziosa.

Foto

Si è passati quindi al fatidico taglio della torta per mano del Presidente, mentre su tutti i monitor della sala veniva proiettato un video, realizzato completamente dallo Staff, che ha mostrato al pubblico le “facce” degli attuali protagonisti di questa Scuola quando per la prima volta, o quasi, si sono avvicinati al Judo, un modo divertente per evidenziare il cambiamento dei nostri allievi e per presentare gli atleti più giovani, vero futuro del Kyu Shin Do Kai.

Foto

La serata si è conclusa con i saluti di tutti i partecipanti che ringraziamo calorosamente. In particolare, come sempre, un grandissimo riconoscimento va' ai NOSTRI GENITORI che sebbene a volte sembrino “invisibili” sono il vero scheletro del KSDK. Senza il loro supporto e la loro condivisione, la loro pazienza e la loro fiducia , infatti, sarebbe impossibile fare ciò che facciamo e crescere,  portando avanti il nostro progetto.

Il primo Galà KSDK è stato un grande successo, il giusto coronamento di questi primi 30 anni della nostra Scuola. Ieri è stata una bellissima occasione per riunirsi attorno ad un tavolo, ricordare il passato e progettare il futuro dando il giusto peso a coloro che hanno creduto in questa Scuola ed al lavoro che essa svolge. Grazie ancora a chi ha vissuto con noi questo momento all’insegna dell’emozione e della passione, che insieme allo spirito KSDK e alle persone che lo condividono, hanno reso possibile questa bellissima serata.

 Foto

Google Translate

Italian English French German Japanese Russian Spanish

Accedi o registrati

I nostri social

Vuoi sapere cosa succede oggi al KSDK? Scoprilo anche su Facebook e Instagram.

Partner

Libertas
Il Forno della Pizza