Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
Scuola Kyu Shin Do Kai Parma
International Training Camp Parma 2014
CERIMONIA DELLE CINTURE 2014 – CORSI BAMBINI
I due giorni di Pino Maddaloni al KSDK Parma
"La preparazione per chi fa Sport"
"Allenare il pensiero, riscoprire l’identità"
Premiazione 2013
CNU 2014
European Cup Senior di Londra
Campionati Italiani Junior 2014
Campionati Italiani Junior 2014

I principi dello Yoga

Lo Yoga ci guida a ricomporre ogni tassello del nostro essere frammentato, riportandoci ad una dimensione di reintegrazione, di completezza, di armonia, di unità in noi, con gli altri, con la Natura e il Tutto che ci circonda.

La possibilità di questa scoperta avviene attraverso uno strumento molto semplice e complesso insieme: il corpo. Con i messaggi che esso stesso ci invia, ogni volta che in una postura, mantenuta nell'immobilità, (Asana) cambia la sua forma, o si scontra con i suoi ostacoli e i suoi limiti, ci insegna, ci aiuta a conoscerlo, capirlo, rispettarlo e a distaccarci gradualmente da tutto ciò che può essere inutile, dannoso superficiale.

Per questo i principi sui quali si fonda sono: l'esercizio fisico, la respirazione, il rilassamento, la meditazione e una corretta alimentazione.

Nel corso dei secoli, la parola Yoga ha indicato una varietà di metodi e di sistemi e di tecniche diversificate, pur rimanendo inalterato l'obiettivo primario: Hatha Yoga per raggiungere il pieno controllo degli organi e delle funzioni corporee; Jnana Yoga, per enfatizzare l'illuminazione intellettuale; Laya Yoga per risvegliare l'energia Kundalini, attraverso i centri di energia (chakra), lungo la colonna vertebrale, fino alla corteccia cerebrale, per ottenere la conoscenza del divino; Mantra Yoga insegna la meditazione attraverso la ripetizione di formule verbali e induce concentrazione nella mente; Karma Yoga è la via dell'azione esplicata attraverso la devozione altruistica; Bhakty Yoga insegna l'abbandono al Divino attraverso la devozione e la preghiera; ma fu il grande Patanjali (300-400 a.c.) con il suo Raja Yoga, a sistematizzare questa disciplina millenaria, tramandata fino ad allora oralmente, in un testo scritto.

Questo testo porta il nome di Yoga Sutra, o Ashtanga Yoga o Yoga dell'ottuplice sentiero e indica, quasi fossero gradini di una scala da percorrere, i pilastri fondamentali dello Yoga:

  • Yama - le astinenze, il rapporto con gli altri;
  • Nyama - le osservanze, il rapporto con sé stessi;
  • Asana - essere stabiliti nella coscienza diretta, profonda del corpo;
  • Pranayama - la coscienza diretta profonda della respirazione;
  • Pratyhara - l'interiorizzazione dei sensi, la conseguenza di asana e pranayama, il passaggio dall'azione alla conseguenza;
  • Dharana -la concentrazione interiore profonda;
  • Dyana - la meditazione
  • Samadhi - lo stato supremo di unità e di fusione.

Lo Yoga è molto di più di un insieme di tecniche e di esercizi. E' un percorso che mira all'evoluzione interiore e alla esplorazione di tutte le potenzialità umane. Serve non solo a fornire alle persone strumenti pratici per agire sul proprio corpo, ma anche a conoscere più in profondità la propria mente e le proprie potenzialità di auto guarigione e di riequilibrio energetico, e spirituale.

Concludiamo questa semplice ed esigua nota con un pensiero del Maestro Paramahansa Yogananda:

…corpo, mente ed anima stanno in rapporto reciproco; voi avete un dovere verso il vostro corpo: mantenerlo sano.
Avete un dovere verso la vostra mente: svilupparne le facoltà.
Avete un dovere verso l’anima: la quotidiana meditazione sull’origine del vostro essere…

Google Translate

Italian English French German Japanese Russian Spanish

Accedi o registrati

I nostri social

Vuoi sapere cosa succede oggi al KSDK? Scoprilo anche su Facebook e Instagram.

Partner

Libertas
Il Forno della Pizza